AREE DISMESSE

Aree dismesse

Gli interventi sulle aree produttive abbandonate della prima industrializzazione sono occasioni strategiche per dotare le città di nuovi servizi in prossimità degli agglomerati storici e di realizzare nuove infrastrutture di rango territoriale.

Le aree dismesse possono diventare, da luoghi di degrado urbanistico e di pericolosità sociale, centri di rilancio dell'occupazione e della vita della città. In ogni caso è fondamentale che il progetto induca l'utilizzazione dei nuovi insediamenti per l'arco di tempo più lungo possibile nella giornata, attraverso la previsione della più ampia funzionalità.

Determinante la previsione di collegamenti lenti (ciclo - pedonali) e del mezzo pubblico, per facilitare la presenza di utenti di tutte le categorie e classi di età.

PROTOTIPI

SMART4BUILD

Gabbiani & Associati partecipa al progetto di ricerca di un sistema industrializzato in 4D.

Bozzolo tecnologico

La nostra ricerca è partita dallo studio dei "ripari" delle popolazioni nomadi, "case mobili" per eccellenza, suggestioni provenienti da luoghi e mondi apparentemente distanti.

L'idea rappresenta un effimero, trasportabile in tutto il mondo, un bozzolo di un baco da seta, una "cellula" che può essere assemblata e adattata ai bisogni e agli aspetti climatici e geografici del territorio.

Disegnata per conciliare diverse situazioni, dalla semplice abitazione, fino ad ospitare centri tecnologici di informazione e comunicazione con connettività satellitare e frequenze a banda larga, la cellula consente interessanti applicazioni in telemedicina, e-learning e e-governance capaci di garantire un'assistenza alta e specifica, come fosse un moderno caravanserraglio.

Con una superficie di 40 mq e un'altezza di 7 m, la cellula è antisismica e in grado di galleggiare. La struttura, veloce e facile da montare è costituita di pannelli di legno, vetro e moduli fotovoltaici.

DESIGN FOR ALL

Design for All

Il Design for All è una filosofia e una continua sperimentazione e sfida a considerare la diversità umana, l'inclusione sociale e l'uguaglianza come opportunità per un buon progetto.

Progettare per tutti significa ampliare il numero di utilizzatori possibili di un prodotto o di un sistema, significa potenziare l'offerta, ampliare il mercato e rendere sostenibile il progetto.

Progettare luoghi e prodotti amichevoli, che si fanno capire, che si lasciano usare, che anzi invitano a servirsi di loro per rendere tutti più liberi, significa imparare ad ascoltare i tanti attori diversi, esterni al processo progettuale e considerare che la vita di un manufatto inizia compiutamente con il suo utilizzo.