Espandi l'immagine
Espandi l'immagine
Espandi l'immagine
PARCO PIAGGIO
SCHEDA TECNICA
Anno: 2012
Luogo: Vinh Phuc, Vietnam
Cliente: Piaggio
Superficie: mq 5.000
Prestazione: progetto preliminare (14)

Il progetto, con i suoi 5.000 mq di estensione, definisce un giardino che vuole essere un luogo di incontro fra la cultura italiana e quella vietnamita, attraverso un'interpretazione dei paesaggi d'acqua di Hanoi e del giardino italiano.
Il parco si articola in una serie di piccoli padiglioni dislocati in un'area che alterna zone verdi all'acqua.
Funzioni precise, organizzate in luoghi tematici, conferiscono ordine all'insieme, ma sono temperate da una versatilità d'impiego che consente allo stesso tempo quell'utilizzo libero e comunitario dello spazio, tanto caro ai vietnamiti.
La presenza di Piaggio è evocata dal tema dell'esagono, che richiama il marchio aziendale, caratterizzando la pianta dei padiglione e alcuni elementi di arredo disegnati ad hoc.
Il parco contiene un piccolo padiglione museale e un altro padiglione doppio, destinato a proiezione e usi multimediali. A sud, trovano posto un campo da calcetto e una piccola piscina scoperta; gli spogliatoi e i servizi sono ricavati in due blocchi separati, ma adiacenti, in modo da consentire un uso contemporaneo delle due strutture; un terzo padiglione è dedicato al ristoro.
Il verde del parco compenetra e integra, in modo complementare, le funzioni dei piccoli edifici.
Al centro trovano posto due percorsi ludico-didattici: il giardino dei colori e il giardino dei profumi, con i fiori e le essenze tipiche del clima del Paese.
Accanto ai due giardini tematici si estende il labirinto stilizzato, realizzato con siepi potate, che si riflette e compenetra in quello costituito da elementi d'acqua.
L'insieme è contemporaneamente luogo di gioco, di opportunità di conoscenza e di compenetrazione di due mondi quasi agli antipodi.
L'area giochi e soprattutto la piscina sono spazi didattici, in quanto i bambini vietnamiti, pur vivendo in un luogo soggetto a violente alluvioni, per lo più non sanno nuotare e sono quindi a volte vittime dell'acqua.
Accanto al labirinto è collocato un vero e proprio parco giochi per i bambini.